John Belushi,un Mito che non muore mai

30 anni. Sono già 30 anni,come oggi, che questo talentuoso,strapagato,ribelle attore è morto. All’alba di quel 5 marzo 1982,nella sua camera del Chateau Marmot Hotel,John Adam Belushi inizia a far ridere un’altra parte di mondo lasciandoci con un vuoto incolmabile.  Diceva sempre che “il palcoscenico è l’unico posto dove veramente sapeva cosa faceva”. Probabilmente era così.

La sua comicità ebbe il primo “sfogo” reale con il Saturday Night Life,creando gag e sketch che rimarranno nella storia,ed è qui che conobbe quelli che poi diverranno i suoi fedeli amici,come Dan Aykroyd che lo avvicinerà al blues,incidendo ben quattro dischi e che con lui diede vita ad uno dei film cult della storia,The Blues Brother. Non sono da dimenticare altre pietre miliari che Belushi fece tra gli anni settanta ed ottanta: Animal House,1941: Allarme a Hollywood,Chiamami Aquila, e l’ultima sua apparizione in “I Vicini di Casa”.

Molti si chiedono se sia tornato nelle vesti di Jack Black,il quale dice,orgoglioso del complimento, che hanno tre cose in comune: la stazza,la musica ,la comicità. Ed è verissimo!

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...